Piazza di Santa Maria in Trastevere, 00153 Roma

+39 06 581 4802

Passeggiando tra le incantevoli e caratteristiche stradine di Trastevere non potete non entrare a visitare questa magnifica chiesa

Un posto dove il tempo sembra essersi fermato

Sorge sull’omonima piazza ed è stato il primo luogo di culto cristiano nato a Roma e dedicato alla Vergine Maria

Fu edificata nel III secolo da Papa Callisto, sul luogo dove, nel 38 a.C. dal terreno fuoriuscì dell’olio, evento che fu in seguito considerato una miracolosa annunciazione della nascita di Cristo. La chiesa fu poi rinnovata dal 1130 al 1143 sotto Papa Innocenzo II, utilizzando travertini e marmi provenienti dalle Terme di Caracalla. Mentre la costruzione del magnifico portico esterno fu opera di Carlo Fontana che si occupò di arricchire a facciata con quattro imponenti colonne in granito, al di sopra delle quali spiccano maestose le statue di quattro pontefici (San Callisto, San Cornelio, San Giulio e San Calepodio).

Al centro della piazza sorge la fontana più antica di Roma ancora funzionante, essa subì nei secoli numerosissimi restauri e addirittura uno spostamento ma, è sorprendente, come si può costatare da antiche stampe, che questa fontana dopo tante vicissitudini alla fine sia rimasta quasi identica a quella disegnata mezzo millennio fa.

Alzando lo sguardo noterete sicuramente una bellissima torre che risale alla prima metà del XII secolo e, se siete fortunati, avrete il piacere di sentir suonare le quattro campane che sono al suo interno, datate dal 1580 al 1772, il grande orologio posto sul campanile risale al XIX secolo e sulle sommità in bellissimo mosaico raffigurante la “Vergine con i Bambino”.

Veramente emozionante l’interno di questa chiesa, divisa in tre navate da 22 maestose colonne provenienti anch’esse probabilmente dalle Terme di Caracalla, pavimenti e soffitti ricchi di pregevolissime decorazioni e opere d’arte e, se vi portate un “binocolo da teatro” potreste fare scoperte interessanti tra gli innumerevoli mosaici.

Per chi non è troppo sensibile, consiglio di andare in fondo alla navata destra c’è una piccola nicchia dove vi sono conservati alcuni strumenti di tortura utilizzati per numerosi martiri, ma se guardate bene c’è una pietra, proprio quella che fu appesa al collo di San Callisto per annegarlo nel pozzo ancora conservato nella vicina chiesa che ha proprio il suo nome.

Per arrivare a Trastevere si può utilizzare la metro B fino alla fermata Circo Massimo e dopo, per i più sportivi consiglio una bella camminata (circa 30 minuti), che vi regalerà lungo il cammino, meraviglie di Roma come la Bocca della Verità, il Lungotevere, l’isola Tiberina e tutto ciò che il vostro sguardo riuscirà a cogliere.

Diversamente si può scegliere di utilizzare il Taxi, meno faticoso ma di certo più costoso

Se avete la macchina propria, tenete presente che a Trastevere, come altre zone della capitale, ha la limitazione al traffico per i non autorizzati, quindi consiglio di parcheggiare sul lungotevere e di continuare a piedi. E mentre passeggiate a Trastevere ricordatevi che non è una zona come le altre, è come un grande salotto d’attraversare in punta di piedi.

Google Map

Google Street

Luoghi da visitare vicino a Basilica di Santa María in Trastevere