Via della Greca, 4, Roma

+39. 06 679 3609

Siete sicuri di aver detto sempre e soltanto la verità? E voi mogli, siete state sempre fedelissime al vostro maritino

Allora potete tranquillamente recarvi a visitare la famosissima bocca della verità

La scultura, che rappresenta un volto maschile barbuto, è databile intorno al primo secolo a.C., è fatta di marmo ed è murata alla parete del porticato della chiesa di Santa Maria in Cosmedin, dal 1632. Che consiglio comunque di visitare perché vale la pena ammirare un mosaico molto particolare racchiuso al suo interno.

L’originale mascherone, dal diametro di 1,75 metri e che pesa 1300 chili, probabilmente era un antico tombino, infatti, i buchi degli occhi del naso e della bocca, servivano per far defluire l’acqua piovana. La sua notorietà è legata alla tradizione popolare, esattamente, si presume che infilando la mano all’interno della fessura della bocca, venga mozzata con un morso in caso di bugia o di tradimento.

A tal proposito, una leggenda narra che, una donna infedele, portata dal marito, un tantino insospettito, alla Bocca della verità per essere sottoposta alla prova, riuscì a salvare la sua mano con un’astuzia. Infatti, l’infedele chiese all’amante di presentarsi anche lui davanti alla famosa pietra e di far finta di essere pazzo buttandosi fra le sue braccia, l’amante così fece poco prima della fatidica domanda del marito, in questo modo la donna potette giurare con la mano dentro la bocca, che l’unico uomo che avesse mai abbracciato era stato suo marito e quel “pazzo” che tutti avevano visto!

Nel 1953, l’indimenticabile film vacanze romane

Con Audrey Hepburn e Gregory Peck, ha consacrato l’indiscussa fama della Bocca della Verità e da allora è tappa obbligatoria per qualsiasi turista. Per raggiungerla basta scendere alla fermata “Circo Massimo” della metropolitana Linea B e poi, con una breve camminata lungo tutto il Circo massimo sarete arrivati. Nei mesi estivi, la fila per fare la fatidica foto con la propria mano inserita nella “pericolosissima” fessura, è molto lunga ed è inevitabile, ma nei mesi invernali in pochi minuti si può provare a rischiare l’amputazione!!

Per quanto sia “solo un vecchio tombino”, non si può resistere alla tentazione di sfidare le leggende metropolitane che aleggiano dietro questo viso così severo, quindi con un po’ di pazienza, avrete anche voi la foto ricordo e vi sentirete un po’ anche voi Audrey Hepburn o Gregory Peck in Vacanze romane.

Google Map

Google Street

Luoghi da visitare vicino a Bocca della verità