Piazza della Rotonda 00186 Roma Italia

+390668300230

Pantheon, dal greco Pan – tutti e Theon – divinità, (quindi il tempio di tutti gli Dei) infatti, venne fatto costruire dal console Agrippa nel 27 – 25 a.C

Ed era dedicato al culto di tutte le divinità passate, presenti e future

La struttura che possiamo ammirare oggi, fu opera dell’Imperatore Adriano che, dopo gli incendi dell’80 e del 110 d.C.  che distrussero la prima costruzione, ripristinò il tempio tra il 118 e il 128 d.C., volendo però lasciare sulla facciata un’iscrizione latina, in onore del suo predecessore, che tradotta recita: “Lo costruì Marco Agrippa figlio di Lucio, console per la terza volta”.

Michelangelo lo considerò, opera di angeli e non di uomini

Il punto in cui sorge, infatti, non è casuale, una leggenda narra che, proprio in quel luogo, Romolo (fondatore di Roma), alla sua morte venne afferrato da un’aquila e portato in cielo fra gli Dei. La forma dell’edificio si potrebbe racchiudere perfettamente in una sfera, difatti le sue misure sono 43.44 metri di altezza per 43.44 metri di diametro.

Questo monumento vanta il maggior numero d’imitazioni nell’antichità, è il meglio conservato è ha la cupola in muratura più grande di tutta la storia dell’architettura. Appena entrate nel tempio, alzate gli occhi al cielo e vi renderete conto che la maestosa cupola, fa penetrare da un buco centrale un fascio di sole che catturerà la vostra attenzione. L’apertura è larga 9 metri e illumina l’intero edificio. In caso di pioggia, potrete osservare come l’acqua che entra dalla sommità della cupola, sparisce magicamente nei 22 fori di scolo, quasi invisibili del pavimento.

Molte leggende aleggiano intorno alla grande e pesantissima cupola, la più curiosa è da provare, racconta che il giorno del solstizio d’estate (21 giugno), a mezzogiorno in punto, un raggio si sole scende attraverso loculo e colpisce il portone d’ingresso, illuminando come un riflettore, l’Imperatore che entra nel suo tempio e, con questo gesto, diventa Dio. Quindi a tutti gli interessati consiglio di non dimenticare questa fatidica data che, ricorre solo una volta l‘anno. Nel 1870 è divenuto sacrario dei re d’Italia accogliendo e spoglie di Vittorio Emanuele II del figlio Umberto I e della moglie regina Margherita.

Vi è anche sepolto il sommo artista rinascimentale raffaello sanzio

  • Il Pantheon è aperto tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:30 e la domenica dalle 9:00 alle 18:00.
  • Per qualsiasi informazione potete contattare il numero +390668300230.
  • Durante lo svolgimento delle S. Messe (Festivi ore 10:30 - Sabato ore 17:00) l'ingresso sarà consentito solo per assistere alla celebrazione della Messa.
  • Si trova in piazza della Rotonda ed è raggiungibile a piedi con una camminata di 15 minuti circa dalla fermata Barberini della metro linea A

Google Map

Google Street

Luoghi da visitare vicino a Pantheon

0.19 KM
0.26 KM
0.33 KM