Via Raffaele Persichetti, 00153 Roma

+39 06 3996 7700

Ebbene sì, avete letto correttamente

Vi starete domandando che cosa ci fa una piramide nel cuore di roma

La trovate alla fine della Via Ostiense vicino a Porta San Paolo e al cimitero acattolico, non crederete ai vostri occhi ma è proprio una piramide! E’ la tomba del pretore Gaio Cestio Epulone, fu costruita tra il 18 e il 12 a.C. in calcestruzzo, con le pareti esterne rivestite con lastre di marmo lunense, è alta quasi 37 metri con una base quadrata di circa 30 metri per ogni lato.

All’interno di questo stravagante monumento

Vi è un’unica camera sepolcrale, il cui spazio occupa per lo più l’1 % del volume totale del monumento. Le ceneri del pretore, come un vero faraone, furono murate al momento della sepoltura, ma risale al medioevo la prima violazione alla tomba attraverso un tunnel scavato sul lato settentrionale, che ha determinato il furto dell’urna cineraria e delle decorazioni del suo interno.

Ci vollero 330 giorni per edificarla, come testimoniato da un’iscrizione scolpita sul fianco sulla facciata orientale del monumento, infatti, Gaio Cestio dispose espressamente nel suo testamento agli eredi, che gli innalzassero il sepolcro entro tali termini, pena la perdita della ricca eredità, si dice che i parenti si affrettarono così tanto a esaudire il volere del loro caro, che la costruzione finì persino con qualche giorno d’anticipo.

La presenza di un monumento funebre a Roma a forma di piramide, è dovuta al  fatto che poco prima (nel 30 a.C.) fu conquistato l’Egitto dall’impero romano e, la cultura originaria di questa nuova terra con il suo fascino e le sue novità, stava venendo di moda anche tra la popolazione romana. La piramide Cestia è l’unica superstite a Roma, tra il 272 e il 279, su iniziativa dell’imperatore Aureliano, fu inglobata nella cinta muraria chiamata Mura Aureliane, è questo garantì la sua longevità diventando parte integrante della struttura difensiva eretta per proteggere la “città eterna”.

Per raggiungere questo inaspettato monumento romano, si può facilmente usare la metro, linea B, con fermata Piramide. Una volta finita la visita, vi consiglio di recarvi nel vicino e monumentale cimitero acattolico o cimitero dei protestanti o chiamato dai romani cimitero degli artisti e dei poeti.

Ha un fascino che vi lascerà dentro sicuramente qualcosa

Per gli orari, i giorni di visita, le prenotazioni e l’acquisto dei biglietti conviene contattare il numero +390639967700, dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00 e il sabato dalle 9:00 alle 14:00.

Google Map

Google Street

Luoghi da visitare vicino a Piramide di Caio Cestio