Piazza Navona, Roma

E’ la piazza barocca più signorile e raggiante di Roma

Ha la forma rettangolare, in quanto, sorge sullo Stadio di Domiziano

Che fu costruito nell’86 d.C. per ospitare gare di atletica greche a lui particolarmente gradite ma assolutamente immorali per i romani. Molto spettacolare ma non vera, la legenda che vuole la piazza palcoscenico di battaglie navali, basata sul fatto che le fontane, nei periodi estivi, venivano usate per allagare tutto, creando così un laghetto per alleviare il caldo.

L’aspetto attuale risale al XVII secolo, così voluta da papa Innocenzo X

Oggi è la piazza più particolare di Roma con le sue tre magnifiche fontane, di cui la centrale “Fontana dei Quattro Fiumi”, la “Fontana del Moro” e la “Fontana del Nettuno”. La Fontana dei Quattro Fiumi è un capolavoro del Bernini chiamata così proprio perchè raffigura il Danubio, il Gange, il Rio della Plata ed il Nilo, quest’ultimo si riconosce dal volto coperto, probabilmente a significare il mistero delle sue sorgenti, all’epoca ancora sconosciute. E pensate che l’obelisco centrale fu preso direttamente dal circo di Romolo sull’Appia.

La Fontana del Moro fu costruita da Giacomo della Porta, arricchita dal Bernini con la statua centrale, che rappresenta il busto di Etiope, ma solo dopo aver trovato disappunto dal papa e dai romani sulla sua prima creazione che raffigurava un bel delfino con una lumaca sulla coda, sostituita cosi dal Moro. La Fontana del Nettuno fu scolpita sempre da Giacomo della Porta che l’asciò incompiuta l’opera, terminata con la sua statua centrale solo nel 1873 con un concorso pubblico indetto dal comune di Roma vinto dal siciliano Zappalà e il romano Della Bitta.

La spettacolarità della piazza, nel 2000, è stata persino scenografia del regista Dan Brown, che usò la Fontana dei Quattro Fiumi come uno degli altari della scienza nel suo famosissimo film “Angeli e Demoni”. Oggi è un punto di ritrovo per romani e turisti. Ospita molti artisti di strada di vario tipo che intrattengono le persone con spettacolini molto divertenti e pittori e ritrattisti di vario genere con le loro caricature e quadri spettacolari. Se capitate a Roma nel periodo di Natale, non potete perdevi gli illuminanti addobbi natalizi, con la miriade di bancarelle che rivestono la piazza. Per terminare il 6 gennaio, con l’arrivo della befana che regala i dolcetti a tutti i bambini presenti.

Un po’ di confusione non manca ma è un’emozione da non lasciarsi sfuggire

Piazza Navona non è raggiungibile in metro, però è ben collegata da molti autobus. Non potete raggiungere la piazza con i mezzi in quanto, è zona pedonale, ma vi consiglio di scendere a Corso Vittorio Emanuele II. fermano qui le linee numero 46, 571, 492,62, 628, 64, perfette per chi arriva da Stazione Termini.

Insomma che dire…….la straordinaria piazza che in passato intratteneva con giochi atletici ora è per noi un museo a cielo aperto, armonico e sorprendente sotto tutti i punti di vista. Non si può non visitarla.

Google Map

Google Street

Luoghi da visitare vicino a Piazza Navona

0.19 KM
0.41 KM