Piazza di Spagna, Roma

Raggiungibile facilmente con la metro A

Scendendo alla fermata che prende il nome della piazza

E uno di quei posti unici e caratteristici della “città eterna”, che un turista non può non visitare. L’eleganza e il romanticismo, sono le sue caratteristiche principali, la cornice dei suoi palazzi, la fontana del Bernini e l’imponente scalinata su cui si trova la chiesa Trinità dei Monti, contribuiscono a rendere l’atmosfera signorile e raffinata.

Ricca di attrazioni, la scalinata è sicuramente quella che attira di più l’attenzione

Con le sue 12 rampe e i suoi 135 gradini di travertino, non passa di certo inosservata! Fu realizzata, con un finanziamento francese, da Francesco De Sanctis nel 1723/25, per volere del Papa e lo scopo era di collegare l’ambasciata Spagnola alla chiesa di Trinità dei Monti sovrastante la piazza, per celebrare la pace tra i due stati.

Prima, infatti, le due aree erano del tutto scollegate a causa di un forte dislivello. Lungo la scalinata ci sono parecchie zone di sosta, in quanto, nelle intenzioni dell’architetto, non c’era solo quella di creare un passaggio, ma anche di usarla come luogo di ritrovo. A tale scopo troverete delle terrazze tra le varie rampe, che ancora oggi vengono affollate da molte persone. E nel periodo di primavera/estate la scala viene vestita elegantemente con fiori colorati di tutti i tipi e nello stesso periodo viene usata per le sfilate dei più grandi stilisti italiani.

Al centro della piazza, ai piedi della scalinata, si trova la Fontana della Barcaccia che è una delle più celebri fontane di Roma. Fu scolpita da Pietro e dal figlio Gian Lorenzo Bernini nel 1627/29 e deve il suo nome alla sua caratteristica forma a barcone. Presumibilmente è stata ispirata dalla presenza di una barca sulla piazza a causa dello straripamento del fiume Tevere nel 1598. Sopra la scalinata, nel rione Campo Marzio, si trova la chiesa, di pertinenza francese, di Trinità dei Monti, un piccolo gioiello ricco di opere. Fu iniziata nel 1502 e terminata nel 1519 in forme gotiche e consacrata solamente dopo più di 80 anni da Sisto V.

La caratteristica facciata con i due campanili ai lati è testimonianza dell’influenza francese di quel periodo

La chiesa è liberamente visitabile dal martedì alla domenica dalle 7:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00. Accanto a Piazza di spagna, nella vicina Piazza Mignanelli, di fronte all’Ambasciata Spagnola è situata la Colonna dell’Immacolata Concezione, che fu realizzata l’8 dicembre, grazie al lavoro di 220 Vigili del Fuoco, che ogni anno, alla presenza del Papa, omaggiano di fiori la Madonna nel giorno dell’Immacolata.

Per un po’ di relax e un buon tè caldo, non potete non entrare nella sala da tè Babington’s, fondata nel 1893 da due signorine inglesi di famiglia benestante. Babington’s Tea Rooms, sopravvisse ai bombardamenti delle due guerre mondiali e ancora oggi è un punto di ritrovo per personaggi del mondo dello spettacolo e politico.

Dopo essersi ristorati con un originalissimo tè inglese, non si può concludere la visita senza aver passeggiato per le vicine via Condotti, via del Corso e via di Ripetta per ammirare o, perché no, anche comprare nei negozi con le firme più prestigiose della moda mondale.

Google Map

Google Street

Luoghi da visitare vicino a Piazza di Spagna